Tuesday , May 18 2021
Home / Alberto Mingardi / Books / Eppur si muove. Come cambia la sanità in Europa (Policy Vol. 4) (Italian Edition)

Eppur si muove. Come cambia la sanità in Europa (Policy Vol. 4) (Italian Edition)

Negli Stati Uniti la sanità è sempre più al centro del dibattito, dopo la riforma di Barack Obama. E in Europa? La popolazione è sempre più anziana, le casse degli Stati sono sempre più vuote. È destinata ad aumentare la domanda di servizi per la salute, ma i governi nazionali saranno sempre meno attrezzati per soddisfarla. Come si fa a quadrare il cerchio?
Gli autori di questo libro (Andreas Beivers, Alphonse Crespo, Alberto Mingardi, Günter Neubauer, Gabriele Pelissero e Valentin Petkantchin) ripercorrono la storia recente del servizio sanitario nazionale nei diversi Paesi europei, per chiedersi in che misura una migliore collaborazione pubblico-privato (solo sul versante dell’erogazione del servizio, come in Lombardia o in Germania, o anche su quello del finanziamento, come in Olanda) possa stimolare efficienza ed economicità. Ne risulta un quadro variegato e complesso, che inevitabilmente rimanda a domande fondamentali. Come garantire un equo accesso ai servizi sanitari? È davvero possibile parlare di “diritto alla salute”? È lo Stato il soggetto più adatto a farsene garante?

Author: Gabriele Pelissero, Alberto Mingardi,

Edition: 978-88-6440-075-4

Binding: Kindle Edition

Manufacturer: IBL Libri

Number of pages: 250

Product group: eBooks

Studio: IBL Libri

Publication Date: 2010-09-13

Publisher: IBL Libri

Pages: 250

View this book in Amazon

Alberto Mingardi
Mingardi, one of the rising stars of European libertarianism, is the founder and Director General of the Italian free-market think tank, Instituto Bruno Leoni. His areas of interest include the history of economic thought and antitrust and healthcare systems. He is particularly well known for popularizing the work of past scholars under-appreciated by today’s libertarians. Currently an adjunct scholar at the Cato Institute, Mingardi has also worked with the Heritage Foundation, the Atlas Economic Research Foundation, the Acton Institute, and the Centre for a New Europe.